Le domande da fare a un amministratore di condominio prima di sceglierlo

Su quali elementi basarsi per riconoscere un buon amministratore di condominio? Se sei rimasto scottato da esperienze precedenti, con molta probabilità cercherai di capire se il professionista che hai di fronte è in grado di sopperire alle mancanze di cui tu e gli altri condomini siete stati vittime.

Giusto. Però, oltre a questo, ti consiglio di indagare anche sul portfolio del candidato. Nello specifico, queste sono le domande da porti:

  • Che tipo di condomini amministra il professionista in questione?
  • Nel suo portfolio compaiono condomini di qualsiasi tipo e dimensione o per lo più strutture simili tra loro?
  • Utilizza un metodo di lavoro strutturato e organizzato?

Ti starai chiedendo perché questi aspetti sono tanto importanti… Te lo spiego subito, facendo ricorso al mio modus operandi: Studio Controzzi gestisce solo condomini con dimensioni simili tra loro e garantisce l’efficacia della propria gestione attraverso uno specifico metodo di lavoro passo-passo.

Continua a leggere e scopri perché.

Perché gestiamo solo condomini simili tra loro?

Quando ho deciso di aprire Studio Controzzi, una delle prime cose su cui mi sono concentrato è la definizione dei bisogni e problemi comuni dei condomini di oggi e come sarei riuscito a risolverli in maniera costante. Il motivo?

Perché sono convinto che, come in qualsiasi altro settore, anche nell’amministrazione condominiale la specializzazione sia, se non una certezza, almeno un buon indice di qualità.

Mettiamo il caso tu sia in possesso di una macchina d’epoca e che questa abbia bisogno di una riparazione. Ti fideresti di più a lasciarla nelle mani di un carrozziere che si occupa di ogni tipo di automobile o in quelle di un carrozziere esperto di macchine d’epoca?

La risposta, suppongo, è abbastanza scontata: preferiresti la seconda opzione. Un professionista che ha esperienza su quel determinato campo t’ispira di sicuro maggiore fiducia.

Ecco perché dovresti accertarti che il tuo amministratore sia un vero esperto nella gestione di condomini simili al tuo.

I vantaggi per il condominio

Veniamo quindi ai vantaggi di cui beneficerai se farai questa considerazione sul portfolio dell’amministratore.

Per esperienza diretta, posso dirti che con un metodo di lavoro strutturato e organizzato si riesce a lavorare meglio e a garantire l’efficienza dei servizi. Questo perché ad esempio condomini che si somigliano nelle dimensioni hanno in linea generale caratteristiche e problematiche simili.

Quindi quando ho deciso di specializzarmi nella gestione efficace del condominio, ho potuto studiare non solo i bisogni dei fabbricati, ma anche l’ottimizzazione delle nostre procedure interne per gestire al meglio questo tipo di realtà.

I risultati si sono visti, stando alle testimonianze dei miei clienti.

Insomma, il mio consiglio professionale è quello di scegliere il tuo amministratore anche in base alla sua specializzazione. Adesso ti lascio: il lavoro chiama. E io, come sempre, rispondo!

2 Comments

  1. Luca Curto aprile 17, 2017
    • Francesco Controzzi luglio 3, 2017

SCRIVI QUI I TUOI COMMENTI

Shares